Preventivo pellet Sardegna

Pellet Nuoro vendita pellet per stufe in Sardegna

Pellet Nuoro vendita pellet per stufe in Sardegna

vendita pellet  Nuoro in SardegnaPellet Nuoro Comune di 36347 Abitanti in Provincia di NU. il Pellet a  Nuoro negli ultimi anni è diventato sempre di più una valida alternativa alle fonti di riscaldamento tradizionali usate a Nuoro in provincia di NU . Ciò comporta una maggiore richiesta di Pellet da parte dell’utilizzatore sia privato che industriale a  Nuoro in provincia di NU. Il Pellet che vendiamo in Sardegna ha un’alta resa energetica e prezzi competitivi che, comparati con gasolio, gas e metano, portano a risparmi fino al 50%. Oggi è possibile trovare in commercio sistemi di riscaldamento come stufe, caminetti, caldaie specificamente costruiti ed ideati per essere alimentati tramite pellet. Pellet Sardegna è e venduto a  Nuoro in provincia di NU . La caratteristica di questo pellet Americano è determinata dal suo alto potere calorifico e dal suo bassissimo residuo di ceneri. E’ prodotto da tronchi di conifera decortecciati Americani pertanto in assenza totale di corteccia. Pellet Sardegna non contiene additivi chimici e neppure collanti. Pellet Sardegna ha un contenuto di ceneri sotto il valore di 0,5%. che vendiamo in Sardegna è venduto in tutta la Sardegna mediante il trasporto fino all'abitazione del Cliente a Nuoro. Pellet Nuoro, vendita pellet per stufe in Sardegna a Nuoro, pellet americano a Nuoro, rivendita pellet Nuoro, miglior Pellet a Nuoro

Pellet Nuoro vendita pellet per stufe in Sardegna vendita pellet in Sardegna Pellet Nuoro vendita pellet per stufe in SardegnaSCHEDA TECNICA
Legno vergine di Conifera
Diametro espresso in mm. 6 (mm)
Lunghezza 3.15≤L≤40 (mm)
Potere Calorifico ()  16,5≤Q≤19MJ/kg-3950≤Q≤4540kcal
Residuo ceneri (espresso in %) ? 0,5%
Sodio (espresso in PPM) 320 (PPM)
Umidità (espressa in %) ≤ 10%

Il Sacco
che vendiamo in Sardegna viene confezionato con un film di spessore di 110 micron microforato. Il film microforato permette di non avere all’interno del sacco quantità di aria che potrebbe compromettere la buona sigillatura durante il confezionamento creando inoltre un cuscino d’aria tra un sacco e l’altro che darebbe adito ad una cattivo stivaggio sul pallet. Il sacco è provvisto di un codice a barre EAN ( European  Article Number) utile all’ identificazione del prodotto.

Pellet Nuoro, vendita pellet per stufe in Sardegna a Nuoro, pellet americano a Nuoro, rivendita pellet Nuoro, miglior Pellet a Nuoro

 Nùoro (IPA: [ˈnwɔro] Nùgoro in sardo) è un comune italiano di 36.347 abitanti, capoluogo, dal 1927, dell'omonima provincia della Sardegna centro-orientale.
Nuoro ed il suo circondario furono abitate da diversi millenni prima di Cristo. La ragione principale della frequentazione umana è da ricercarere nella felice posizione geografica della città: Nuoro è infatti situata su una altura al centro di uno snodo orografico che consente di controllare la comunicazione tra la valle del Tirso ed il bacino del Cedrino con le valli che conducono alle attuali baronie di Siniscola, Orosei e Galtellì e verso la Barbagia di Ollolai a sud e di Bitti a nord. La città ha vantato nelle diverse epoche un insediamento umano diffuso in tutto il territorio comunale.

Ma per descrivere correttamente la storia nuorese non si può non evidenziare il rapporto con il vicino Monte Ortobene che, sin dalle epoche più remote ha offerto, nelle diverse fasi storiche, rifugio alle popolazioni residenti a valle. Ancora oggi sono numerosi i resti di edifici nuragici, tombe prenuragiche e ripari sotto roccia riutilizzati per millenni (fino al Medioevo ed ai pastori dell'Ottocento). Questa presenza è evidente nella zona di Seuna nella quale si rinvengono tracce di muratura sparse in un'area di diverse decine di ettari ed ai piedi di punta Pala 'e casteddu (spalle al castello). Il legame della città con il "Monte" è pertanto fondante della storia e della cultura dei nuoresi, finendo per creare un sistema città-territorio da cui non si può prescindere.
Nuoro gode, come quasi tutti i comuni della Sardegna, di un clima mediterraneo temperato dominato da un ricorrente maestrale, con estati moderatamente calde e inverni freschi, solo raramente gelidi.
Tuttavia la quota relativamente elevata e la particolare posizione della città favoriscono repentini cali di temperatura in occasione delle ondate fredde dal nord, soprattutto nord/est. Il capoluogo nuorese subisce periodicamente anche il caldo scirocco, che arriva dalla valle di Dorgali e spesso genera piogge molto intense.
La temperatura media annua varia tra i 13 e i 15 °C, a seconda delle annate (Media 2004: +13.09 °C / Media 2005: +13.07 °C / Media 2006: +14.30 °C) e dei quartieri, avendo la città una discreta estensione geografica unita ad un notevole dislivello di 275 m tra il punto più alto e quello più basso.
Durante l'inverno sono numerose le gelate (20 nel 2004) mentre in estate sono abbastanza rari i giorni con temperature superiori ai 35 °C (neanche uno nel 2004), anche grazie al fatto che la brezza marina spesso riesce a giungere in città mitigando di qualche grado la temperatura.
Nel decennio 1996-2006 la temperatura più bassa registrata a Nuoro è stata di -10,5 °C il 31 gennaio 1999, proprio in occasione di un'ondata fredda da N/E, con 40 cm di neve cumulati in circa 15 ore. Dal 2001 in poi invece non si sono superati i 38.1 °C (i dati sono riferiti ad una precisa area della città, quella del Quadrivio).
La neve in genere fa la sua comparsa in città tutti gli anni e presenta una media trentennale di circa 20/25 cm annui (20 cm nel 2004). Nel dicembre 2007 c'è stata però una nevicata paragonabile solo a quella "storica" del 1956, con 45 cm di neve in una sola giornata.Le tracce più antiche della presenza dell'uomo nel territorio nuorese (21 emergenze archeologiche del neolitico ed eneolitico) risalgono alle Domus de janas del IV-III millennio a.C., tra la fine del Neolitico e l'inizio dell'età dei metalli. Vi sono infatti 10 necropoli ipogeiche: Borbore, Janna Ventosa, Valverde, Maria Frunza, Su Cossu, Molimentu, Sa 'e Belloi, Piras, Su Puleu 'e Bortaleo. Nei loro pressi sono state rinvenute asce in pietra e manufatti ceramici o in ossidiana.

Numerose abitazioni preistoriche e ripari sotto roccia sono presenti nel Monte Ortobene mentre si segnalano i resti di un villaggio prenuragico del 1.700-1.600 a.C. (appartenente alla cultura di Bonnannaro), posti ai piedi del nuraghe Tanca Manna, svettante su un affioramento roccioso prossimo al quartiere cittadino Su nuraghe.
Nuoro e il Monte Ortobene dal Nuraghe Tanca Manna
Rocciaio sul Monte Ortobene

Questo villaggio prenuragico, attualmente oggetto di scavi, è costituito, secondo una stima della Sopraintendenza Provinciale, da circa 200 capanne, alcune delle quali ricadono sotto le vicine abitazioni ed occupa un'estensione totale di oltre 3 ettari. Il villaggio era in grado di ospitare un considerevole numero di abitanti. Alcune delle capanne già oggetto di scavi, sia di pianta circolare che di pianta rettangolare, presentano ancora oggi tracce dell'originario pavimento costituito da un battuto di argilla e sughero per la riduzione dell'umidità nelle abitazioni. Nel versante a est del villaggio Tanca Manna erano presenti alcune Domus de janas, distrutte dalla cavazione del granito avvenuta nel XIX secolo. L'attività antropica recente ha anche cancellato una tomba dei giganti ed un pozzo sacro situato nella vicina via martiri della libertà. Il sito ha restituito fusaiole e pesi da telaio oltre a porzioni di tegami, olle, ciotole, vasi a bollitoio in terra cotta, per lo più inornate o con decorazioni a "pettine impresso" e frammenti di un tripode riferibile alla "Cultura di Bonnanaro". Tali resti lasciano immaginare un'intensa attività domestica, legata alla tessitura ed a quella agropastorale.

Presso Sedda Ortai, nel Monte Ortobene, sono presenti tracce di muratura probabilmente di una fortificazione dell'età del Rame.
Il nuraghe Tanca Manna.

La Civiltà nuragica, a partire dal 1500 a.C. fino alla colonizzazione romana, ha lasciato una forte impronta sulla storia di Nuoro come dimostrato dai numerosissimi nuraghi ancora presenti nella zona (32 nel territorio comunale oltre a 12 villaggi nuragici e 12 tombe dei giganti). Essi coronano quasi tutti i colli della città, risultando spesso assorbiti o inglobati nel tessuto urbano (nuraghi Tanca manna, Ugolio, Biscollai), altri sono collocati nelle immediate periferie (Corte, Tigologoe, Tèrtilo, Tres Nuraghes, Gabutèle), spesso accompagnati da tombe dei giganti o da villaggi nuragici, per lo più ancora da sottoporre ad operazioni di scavo. Di tanti nuraghi rimangono vaghe tracce, come nel caso del colle di Sant'Onofrio, altri sono scomparsi come avvenuto per l'insediamento di Gurtei oramai sotto le abitazioni dell'omonimo quartiere.
Si segnalano per la complessità costruttiva sia il nuraghe Nurdole (al confine tra i territori di Nuoro e Orani) che il nuraghe Noddule, nei quali sono presenti rispettivamente una vasca lustrale con incisioni decorative ed un pozzo sacro costituito da trachiti policromatiche. Il ritrovamento di oggetti di fattura non esclusivamente nuragica segnala la presenza di flussi commerciali anche extra insulari (come ad esempio un piccolo leone bronzeo di probabile fattura etrusca o le decine di perle di ambra baltica rinvenuti presso il Nurdole). I romani chiamarono la popolazione della zona Nuoro-Orotelli con il termine "NURR", iscritto in un cippo di confine situato tra i due comuni.
a penetrazione romana fu di grande efficacia in quest'area, come testimoniato dalla parlata del Nuorese, la variante del sardo spesso ritenuta più vicina al latino, anche secondo il celebre linguista Max Leopold Wagner. Roma creò nella "provincia" sarda un sistema viario capillare. Le arterie stradali principali (viae principales) erano quattro, le strade antoniniane, tutte con direzione nord-sud: la litoranea occidentale (a Tibulas-Karales); la interna occidentale (a Turre-Karales); la interna orientale (a Olbia-Karales per Mediterranea)

Sardegna Carburanti Distribuzione Srl Via Niccolò Machiavelli 116 09131 Cagliari 0783/212004  -  si occupa di vendita pellet a Cagliari vendita pellet a  Carbonia-Iglesias vendita pellet a Nuoro vendita pellet a Olbia-Tempio vendita pellet a Oristano vendita pellet a Medio Campidano vendita pellet a Sassari e vendita pellet a Ogliastra

Sito creato e di proprietà di Evo Sistemi di Cirone Simone - Via del minatore n° 8 - 06100 - Perugia - P.Iva 02949240549 - C.Fis CRNSMN76M28D653B Evo sistemi non vende il pellet ma crea siti web, presenta solo i prodotti per conto di suoi clienti Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti